2020: L’anno della congiunzione Saturno-Giove, l’evento astrologico più importante degli ultimi decenni.

LA GRANDE CONGIUNZIONE AVRÀ LUOGO IL PROSSIMO 21 DICEMBRE: È L’EVENTO PIÙ IMPORTANTE PER L’ASTROLOGIA TRADIZIONALE, L’UNIONE DEI PIANETI PIÙ POTENTI, CHE INCARNANO ATTRIBUTI OPPOSTI

Saturno e Giove sono i due più grandi pianeti del sistema solare e sono stati riconosciuti in astrologia come i pianeti più potenti, se non i più influenti, fin dai tempi antichi.

In questo 2020, il grande tema dell’astrologia è la congiunzione che si verificherà il 21 dicembre nel segno dell’Acquario, ma il cui arco di congiunzione (alcuni astrologi ammettono fino a 10 gradi) è stato attivato dalla fine di febbraio ed è attualmente 6 gradi, con Giove in Capricorno 24 e Saturno in Acquario 0. In questa congiunzione, l’astrologo Pablo Ianiszewski scrive:

Nel campo dell’astrologia – quella dedicata allo studio e alla previsione di grandi eventi mondiali – la più importante è la grande congiunzione di Giove e Saturno che si verifica all’incirca ogni vent’anni. Determina eventi globali nell’arco di due decenni, osservati con grande cura dagli astrologi per almeno tremila anni.

Saturno è generalmente identificato con aspetti piuttosto negativi (in particolare la contrazione) e Giove con aspetti positivi (espansione). La stessa lingua raccoglie questi significati: “gioviale” (da Giove: Giove) è ovviamente il felice, “saturnino” è il taciturno, il malinconico, il solitario. In India, Saturno si chiama Shani e ha più o meno le stesse associazioni, sebbene sia direttamente collegato al karma (atti e i loro risultati) e di solito è raffigurato cavalcando un corvo. Giove (Zeus) era ovviamente il capo degli Dei dell’Olimpo, il dio che aveva bandito suo padre, Cronos (Saturno), il tempo che divora i suoi figli. L’astrologia associa Giove a sentimenti elevati, ricchezza, salute, educazione, leadership. 

Questi significati, va detto, sono più complessi del semplice “buono” o “cattivo” (anche se Saturno è giustamente chiamato malefico dagli astrologi), poiché dobbiamo ricordare che Saturno, sebbene sia una divinità per natura oscura e dura, legata al Terra ed alla morte, era anche la divinità che presiedeva l’Arcadia, il tempo d’oro, qualcosa di simile a un idillio di natura, pieno di luce e felicità. Inoltre, nello schema ermetico dei Poimandres Saturno dirige l’ultima sfera, la massima intelligenza, ed è il guardiano della porta della libertà che trascende il mondo materiale. Allo stesso tempo, Saturno, il crudele Chronos, ha anche una sfaccettatura come Kairós, il momento opportuno. E Giove, nonostante sia magnanimo e generoso, è anche il dio dell’eccesso, dell’eccessiva espansione. 

Più di due anni fa Saturno entrò nel suo domicilio nel Capricorno, il sito che governa insieme all’Acquario. Saturno governa naturalmente i mesi invernali, dove la terra è grigia e secca. Per gli astrologi, questa combinazione di Saturno in Capricorno è necessariamente un segno di contrazione, limitazione o restrizione, generalmente esemplificata nei modelli conservativi e nella recessione economica. Qualche tempo fa Saturno è entrato nell’altro segno che governa secondo lo schema classico, l’Acquario. È lì che incontrerà Giove nel grado 0 dell’Acquario, il 21 dicembre 2020, dopo un lungo approccio interrotto da un movimento retrogrado, che Giove sta per iniziare e in seguito inizierà anche Saturno. Questo evento è talvolta noto semplicemente come la Grande Congiunzione, la congiunzione di due pianeti più importanti per l’astrologia classica. Si verifica ogni vent’anni o poco meno, l’ultima congiunzione avvenuta nel 2000 nel segno del Toro alla fine di maggio. La congiunzione di quest’anno sarà accompagnata da una congiunzione quasi esatta anche del sole e di Mercurio nel segno del Capricorno, il segno di Saturno. 

Potrebbe essere importante notare che la congiunzione Saturno-Giove in erba è attualmente afflitta dalla presenza di Marte, il secondo del Malefico., noto per la sua natura incendiaria. La congiunzione Marte-Saturno, la più terribile per l’astrologia, avvenuta questo 31 marzo, sebbene sia stata attiva per un paio di settimane, durante la quale ha anche subito una congiunzione con Giove e una congiunzione con Plutone. Va detto che l’astrologia tradizionale non considera Plutone come parte del suo schema, ma gli astrologi moderni lo fanno e attribuiscono effetti o correlazioni che hanno a che fare con la morte, in qualche modo anche legati a Marte. Abbiamo una quadrupla congiunzione negli alti gradi del Capricorno, tra Giove, Marte, Saturno (recentemente entrato in Acquario) e Plutone. Se crediamo che l’astrologia abbia qualcosa da dirci o mostrarci, come un grande specchio cosmico, dovremmo notare che gli attuali eventi planetari sono estremamente potenti.

Ora, questo movimento diventa ancora più interessante quando si nota che durante la grande peste nera del Medioevo (XIV secolo) apparve una simile congiunzione e che gli astrologi, che a quel tempo avevano una grande autorità, hanno attribuito questo evento alla stessa congiunzione che abbiamo attualmente: Saturno, Giove e Marte. 

Cosa, nel frattempo, hanno risposto gli insegnanti e i dottori dell’Università di Parigi alla domanda del loro sovrano? Che la peste discese sul regno era dovuta alla tripla congiunzione di Saturno, Giove e Marte sotto il segno bagnato dell’Acquario, avvenuta il 20 marzo 1345. Ammisero, tuttavia, la presenza di effetti “che rimasero nascosti anche per l’intelletti più raffinati “. Anche la medicina non era in grado di fermare la peste.

La congiunzione avvenne anche a marzo, in quell’occasione il 20. Gli astrologi citarono un testo di Aristotele (oggi sappiamo che era piuttosto dal cosiddetto Pseudo Aristotele) in cui si dice che “la morte delle razze e la devastazione (letteralmente spopolamento) dei regni avviene in congiunzione di Saturno e Giove “. La peste nera è considerata l’epidemia più mortale della storia dell’umanità, e curiosamente è arrivata anche in Europa dalla Cina, che, d’altra parte, ci racconta un periodo più lungo. Tuttavia, gli astrologi hanno datato l’origine della devastazione che ha colpito duramente l’Europa in quella congiunzione del 1345 e in una serie di eclissi.

APRI IL TUO NEGOZIO ESOTERICO

Tuttavia, la Grande Congiunzione dei due giganti del nostro sistema non ha necessariamente connotazioni negative. L’associazione di questa congiunzione con la nascita di Cristo e con la stessa stella di Betlemme, una stella che potrebbe essere mostrata in modo speciale quando questi due pianeti, che possono essere visti ad occhio nudo, si incontrano è ben nota in astrologia. Questo fenomeno viene notato anche dagli astronomi moderni, che avvertono che la congiunzione Saturno-Giove sarà un evento particolarmente spettacolare questo 21 dicembre, poiché i due giganti siderali saranno più vicini di quanto non siano stati dal 1623. La congiunzione menzionata è avvenuta nell’anno 7 a. C., nel segno dei Pesci, governato da Giove, in tre occasioni a causa di movimenti retrogradi. Keplero, che osservò personalmente il fenomeno nel 1603, facendo calcoli, concluse che questa doveva essere la spiegazione della cosiddetta “stella di Betlemme”. Su questa congiunzione, che ha avuto luogo nel domicilio del Giove benefico (con tutti i pianeti nei loro domicili) e la sua associazione con la nascita di Cristo, è possibile.

Oltre a Keplero, astronomi e pensatori come Tycho Brahe e Roger Bacon, poeti come Dante e Shakespeare e più recentemente Carl Jung hanno scritto della Grande Congiunzione, un evento che durante il Medioevo e fino all’inizio della modernità ha suscitato un enorme interesse e, ovviamente , tutti i tipi di previsioni e interpretazioni. Attualmente vedremo, senza dubbio e soprattutto in associazione con la pandemia di coronavirus, una rinascita di interesse per questo evento, che è troppo complesso per essere visto come qualcosa di semplicemente dannoso, dal momento che può avere numerose interpretazioni, che non sono immediatamente evidenti. Carl Jung in Aion, osserva che esisteva una tradizione all’interno del giudaismo che attribuiva la nascita di Mosè a una congiunzione di Saturno e Giove in Pesci e che riteneva che la nascita del Messia sarebbe avvenuta in una congiunzione simile. Jung legge la congiunzione Saturno-Giove da una prospettiva alchemica, sottolineando che Saturno è considerato il diavolo e nel suo pensiero l’alchimia avviene attraverso la congiunzione degli opposti, integrando necessariamente il male e non reprimendolo. “La congiunzione dei due, quindi, significa l’unione degli estremi opposti”, afferma il grande psicologo svizzero. Questa congiunzione radicale di opposti, come sarà ovvio, osserva Jung nella figura di Cristo.

In che misura la nostra vita è davvero influenzata dalle stelle? Fino a che punto proietteremo un significato per la volta celeste, quello specchio del nostro pensiero? È qualcosa di difficile da determinare, ma tutte le civiltà hanno visto, se non una causa, almeno un correlato della loro vita nei movimenti delle stelle. Ci sono momenti in cui le corrispondenze (o quelle che Jung chiamava “sincronicità”) sono davvero inquietanti, e questo è sicuramente uno di questi.

La pandemia COVID-19 ed anche un’enorme crisi economica coincidono esattamente con i movimenti dei pianeti e il significato che per millenni, sia in Occidente che in Oriente, è stato loro attribuito. Nella ricerca del significato in tempi difficili, alcuni troveranno in questo modello di sfere planetarie una forma di spiegazione, un modo di credere che l’essere umano non esiste in un cosmo cieco e inerte, ma esiste in un ordine misterioso che si rivela a attraverso le stelle e l’ordine della natura. Anche se in questo caso potrebbe essere un ordine fatale. Ma come insegnarono gli stoirci e come Nietzsche avrebbe capito in seguito con la sua nozione di amore fati anche questa oscurità, questo “disastro”, questo momento eminentemente saturnino, devono essere accettati e perfino amati. Questo è il modo migliore per relazionarsi a Saturno dal punto di vista dell’astrologia tradizionale: obbedire (i dettami del tempo), praticare disciplina, pazienza, frugalità e aspettare che il dio che trasporta la falce passi finalmente il giudizio e sia soddisfatto delle nostre azioni. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...